Secondo uno sviluppatore, l'hardware di PS5 non sarà una rivoluzione

Secondo uno sviluppatore, l'hardware di PS5 non sarà una rivoluzione
di

L'aria di next gen si sta già facendo sentire da un po', e sia gli addetti ai lavori che la community stessa non vedono l'ora di saperne di più su PS5 e Xbox Scarlett. Ma mentre in molti sono convinti degli enormi passi avanti che le due console porteranno, altri sono invece decisamente più cauti.

In particolare riguardo la console Sony si è molto discusso sugli SSD che secondo alcuni annulleranno i tempi di caricamento su PS5, o del fatto che l'architettura di PS5 renderà più semplice sviluppare i giochi, il che lascerebbe decisamente ben sperare per il futuro della console.

Danny Weinbaum, direttore di Eastshade, ha però spento un pochino gli entusiasmi, dichiarando che l'hardware di nuova generazione sarà più un miglioramento, che non un grande passo avanti. Riguardo l'SSD ad esempio, ha riconosciuto che sarà d'aiuto per quanto riguarda lo streaming e la riduzione dei tempi di caricamento, ma che in termini di performance non avrà un grande impatto.

"Molti giochi hanno già tutto ciò che serve in memoria, quindi non avrà molto effetto. Sarà d'aiuto invece negli open world che hanno bisogno dello streaming. Non direi che avrà impatto sulle prestazioni, più che altro ridurrà i tempi di caricamento".

Anche riguardo la CPU Zen 2 di PS5, Weinbaum si è rivelato cauto: "Non cambierà molto. Sarà un'evoluzione, piuttosto che una rivoluzione".

Che ne pensate delle sue parole?

Quanto è interessante?
12