Shawn Layden, il monito dell'ex dirigente Sony: il modello AAA non è più sostenibile

Shawn Layden, il monito dell'ex dirigente Sony: il modello AAA non è più sostenibile
di

Dopo una lunga militanza tra le fila di Sony, Shawn Layden ex responsabile dei Worldwide Studios ha concluso la propria esperienza professionale col colosso videoludico lo scorso ottobre.

Nonostante ciò, Layden mantiene uno punto di vista privilegiato sulla situazione attuale dell'industria videoludica. Di recente, in particolare, l'ex dirigente ha concesso un'intervista alla redazione di Games Industry, nel corso della quale critica l'attuale modello produttivo dei titoli AAA, ritenuto troppo costoso in termini di tempo e risorse necessarie. Per fornire un contesto alle proprie considerazioni, Layden ha sottolineato come, ad oggi, lo sviluppo di un AAA richieda tra gli 80 e i 150 milioni di dollari, con tempi di sviluppo di almeno 5 anni.

"Il problema di questo modello è che semplicemente non è sostenibile", conclude drastico Layden, sopratutto se non si vuole prendere in considerazione un incremento nei prezzi dei videogiochi, rimasto stabile nel corso degli ultimi anni. Una tensione che potrebbe farsi più forte con il lancio di PlayStation 5 e Xbox Series X: "Lo sviluppo AAA - spiega - non sarà meno costoso di quello visto per i giochi di attuale generazione. 4K, arte in HDR e la creazione di mondi di gioco non sono economici".

Tra le soluzioni proposte da Layden, figura un parziale ritorno a modelli di sviluppo che vedano protagonisti giochi AAA da circa 12-15 ore di durata, con tempistiche di realizzazione che si attestino sui tre anni circa. Cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
19