Silent Hill 2: Konami ha volutamente invecchiato James Sunderland nel remake

Silent Hill 2: Konami ha volutamente invecchiato James Sunderland nel remake
di

Oltre ad aver chiarito il motivo per cui Konami è ripartita da Silent Hill 2 per resuscitare la serie, Konami ha precisato che l'invecchiamento di James Sunderland nel remake del survival horror costituisce un cambiamento pienamente voluto dalla compagnia nipponica.

Nel corso di un'intervista ai microfoni di IGN.com, il produttore Motoi Okamoto, il concept artist Masahiro Ito e il compositore Akira Yamaoka si sono soffermati sul cambiamento di James Sunderland e del suo leggero invecchiamento che abbiamo potuto scorgere nel trailer di annuncio.

"Dopo aver parlato con Mr. Ito, abbiamo deciso di alzare un po' l'età di James nel gioco. Ciò è in parte dovuto al fatto che i fan di 20 anni fa ora sono più grandi e anche perché è aumentata anche l'età media delle persone che giocano ai videogiochi. Vogliamo rappresentare un James più maturo e che ha dovuto soffrire di più nella sua vita, e per farlo abbiamo alzato la sua età, anche se solo di poco. Se vi sembra più vecchio, non è solo la vostra immaginazione", è quanto ha dichiarato Okamoto.

Ito ha poi aggiunto: "Oltre a ciò che ha appena detto il signor Okamoto, personalmente ritengo che sia anche il nostro modo di sottolineare che si tratta di un remake". Okamoto è quindi nuovamente intervenuto affermando: "Non si poteva rappresentare la pelle in modo così dettagliato durante l'era PS2. Tutti finivano per sembrare più giovani, o almeno presentavano una pelle molto liscia. Ora che siamo nell'era di PS4 e PS5, siamo in grado di mostrare meglio l'età esatta di qualcuno, che si tratti di qualcuno anziano, di mezza età, qualcuno sulla trentina e così via. Ecco perché abbiamo deciso di optato per una restituzione visiva dell'età più convincente".

Le recenti dichiarazioni di Konami lasciano sperare in un futuro prospero della serie di Silent Hill.

FONTE: ign.com
Quanto è interessante?
5