Silent Hill 2: la psicologia horror del capolavoro Konami analizzata in video

Silent Hill 2: la psicologia di James Sunderland
Speciale: PlayStation 5
di

Silent Hill 2 è passato alla storia come uno dei migliori survival horror di sempre soprattutto per le sue profonde tematiche psicologiche alla base della narrativa e della caratterizzazione del protagonista James Sunderland, in costante lotta con il suo subconscio e le paure scaturite dal suo viaggio nella cittadina nebbiosa.

L'annuncio ufficiale di Silent Hill 2 Remake dopo una lunga sequenza di rumor e speculazioni ha riportato le attenzioni dei fan sul secondo episodio del franchise targato Konami, che proprio nell'angosciante avventura di James trova il suo esponente più famoso ed amato. E' quindi la giusta occasione per riscoprire questo personaggio attraverso un'analisi psicologica delle paure di James Sunderland in Silent Hill 2, riscoprendo anche i motivi che lo spingono a raggiungere Silent Hill e le tematiche alla base della storia del capolavoro pubblicato originariamente nel 2001 su PS2.

Silent Hill 2 è ancora oggi da considerarsi come uno dei giochi horror più atipici mai pubblicati sul mercato, che punta tutto sull'angoscia psicologica che attanaglia il protagonista lungo il cammino, con risvolti macabri ed inquietanti che finiscono con il fare colpo anche sui giocatori stessi, che si ritrovano davanti ad una produzione ben diversa rispetto a quanto mostrato da altri esponenti dello stesso genere, solitamente propensi a mettere in scena un orrore più splatter e violento per impressionare l'utente. Silent Hill 2 fa l'esatto opposto, puntando su un'evoluzione molto più lenta e traumatica dei suoi eventi, ed è forse proprio per questo motivo che è entrato nella storia videoludica.

Ricordiamo che al momento Silent Hill 2 Remake non ha ancora una data d'uscita definitiva, ma si appresta a fare il suo futuro esordio su PC e PS5. Presto sarà dunque possibile rivivere la lotta psicologica di James attraverso le potenzialità della nuova generazione.

Quanto è interessante?
5