Silent Hill e PS5: Bloober Team ha smentito? Non proprio! Il commento di Dusk Golem

Silent Hill e PS5: Bloober Team ha smentito? Non proprio! Il commento di Dusk Golem
INFORMAZIONI GIOCO
di

La sempre attenta community videoludica ha di recente realizzato un avvistamento interessante, legato a tre progetti inediti citati dal curriculum di Bloober Team.

Con i nomi in codice di "Black", "Dum Spiro" e "H20", questi ultimi, parzialmente finanziati con fondi UE, hanno rapidamente attirato l'attenzione del pubblico, curioso di saperne di più. Nonostante le descrizioni dei tre giochi di Bloober Team non collimassero in modo particolare con i recenti rumor su di un possibile Silent Hill in sviluppo presso la software house (che ha di recente siglato una partnership con Konami), tali avvistamenti non hanno mancato di infiammare ulteriormente le speculazioni.

Per cercare di chiarire la situazione, Tomasz Gawlikowski, CMO di Bloober Team, ha rilasciato una dichiarazione alla redazione di IGN USA. Quest'ultima è stata generalmente interpretata come una smentita dell'esistenza di un Silent Hill in sviluppo presso Bloober Team. Tale interpretazione non è però unanime ed è contestata, ad esempio, dal noto insider Dusk Golem. In effetti, analizzando attentamente le parole di Gawlikowski, si apprende quanto segue:

  • Project H20 si è nel tempo trasformato in Layers of Fear 2, esordito nel 2019;
  • Project Black: il progetto originale è stato accantonato, ma il team è ancora al lavoro su di un gioco con questo nome in codice. Tuttavia, si tratta di un titolo ormai molto differente da ciò che era previsto nel progetto iniziale;
  • Project Dum Spiro si è rivelato per il momento infattibile, a causa delle difficoltà nel conciliare l'appetibilità commerciale del prodotto con le tematiche che ne rappresentano il fulcro. Il gioco è dunque attualmente in una condizione di stand-by;
Le dichiarazioni, infine, proseguono in maniera sibillina, con un passaggio che rappresenta il fulcro del dibattito legato al significato delle parole del CMO di Bloober Team. Quest'ultimo ha confermato che al momento la software house è impegnata su due progetti: "entrambi - si legge - hanno ambizioni superiori a quelle di The Medium, tuttavia, nessuno di questi si fonda sulle basi o le premesse di cui si è letto online in questi giorni". Quest'ultima frase è stata da molti interpretata come un riferimento ai sempre più insistenti rumor su Silent Hill.

Tuttavia, analizzando il contesto - come sollecitato da Dusk Golem -, è possibile che Gawlikowski si stesse semplicemente riferendo, ancora una volta, alle descrizioni ormai datate dei progetti H20, Black e Dum Spiro. A riprova di ciò, vi sarebbero anche le parole della stessa redazione di IGN USA, che scrive: "Comprensibilmente, Gawlikowski non ha offerto alcun dettaglio in merito alla possibilità che lo studio stesse lavorando a un gioco di Silent Hill, o su quale sia il fulcro dell'accordo con Konami".

Insomma, la nebbia su Silent Hill non sembra ancora pronta ad alzarsi, lasciando il dubbio sull'effettiva esistenza di un nuovo progetto legato all'IP horror. Ancora una volta, alla community di appassionati non resta altro da fare che pazientare e attendere eventuali aggiornamenti!
Quanto è interessante?
12