DS

Silent Hills cancellato e P.T.: Norman Reedus ringrazia Death Stranding e Hideo Kojima

Silent Hills cancellato e P.T.: Norman Reedus ringrazia Death Stranding e Hideo Kojima
di

Scambiando quattro chiacchiere con i redattori di GameSpot per offrirci il suo punto di vista su Death Stranding, Norman Reedus ha svelato come accolse la notizia della cancellazione di Silent Hills, l'horror di Hideo Kojima a cui avrebbe dovuto lavorare insieme al regista e sceneggiatore Guillermo del Toro.

L'attore che presta il volto e la voce a Sam Porter Bridges in Death Stranding ha confermato di non essere un grande appassionato di videogiochi: "Non ho mai giocato a P.T., ma l'ho visto e so di essere la sorpresa finale (il riferimento è alla sua apparizione nel teaser trailer di Silent Hills a conclusione della demo, ndr). Con Silent Hills c'era già un background narrativo e la gente conosceva quel gioco, sapeva di che cosa si trattava e che aspetto avrebbe avuto il nostro progetto".

Nel rivivere l'istante in cui apprese della cancellazione di Silent Hills, Reedus rivela inoltre che "quando l'ho saputo ne sono rimasto sconvolto, ma quando Hideo mi descrisse il gioco a cui avrei dovuto partecipare dopo mi dimenticai completamente di quel progetto horror. Era un po' come dire 'grazie al cielo Silent Hills non ha funzionato!', perchè Death Stranding è molto meglio".

Il dispiacere di Norman Reedus per la fine prematura del progetto di Silent Hills, quindi, è durato relativamente poco, soprattutto in funzione delle ambizioni che lo hanno accompagnato professionalmente nell'esperienza sci-fi di Death Stranding. Nel lasciare a voi ogni commento ulteriore alle parole di Reedus, vi ricordiamo che la prossima avventura di Hideo Kojima è prevista in uscita per l'8 novembre su PlayStation 4 e nell'estate del 2020 su PC. Su queste pagine trovate già la nostra recensione di Death Stranding a firma di Alessandro Bruni.

FONTE: GameSpot
Quanto è interessante?
9