Six Days in Fallujah, parla il director di God of War: in passato coinvolta Santa Monica

Six Days in Fallujah, parla il director di God of War: in passato coinvolta Santa Monica
di

Mentre è ormai ufficialmente partita una prima campagna di boicottaggio indirizzata a Six Days in Fallujah, emerge un retroscena alquanto inaspettato relativo allo shooter ambientato nel corso della Seconda Guerra del Golfo.

Di recente, David Jaffe, Game Director del primo God of War e di God of War II, ha trasmesso una nuova puntata del proprio format periodico "Jaffe's YouTube Show". Per l'appuntamento, l'autore videoludico è stato raggiunto da John Garvin, sceneggiatore e direttore creativo di Days Gone.Nel corso della chiacchierata, i due professionisti hanno toccato diverse tematiche, tra cui ha trovato spazio anche il controverso Six Days in Fallujah.

Nel citare la produzione, David Jaffe ha rivelato che in passato, per un certo periodo di tempo, il team di Sony Santa Monica fu coinvolto nel progetto. Il director non ha offerto molti dettagli in merito al supporto offerto per la creazione dello shooter, ma è stato supportato nella sua dichiarazione anche da John Garvin. Il collega ha infatti affermato di aver preso parte ai tempi all'incontro che approvò la collaborazione. "Nel momento in cui il gioco iniziò a diventare sul serio qualcosa che volevano fosse uno sguardo realistico alla guerra, - ricorda Jaffe - le compagnie dissero qualcosa tipo 'Grazie, ma no grazie'".

Al momento, le polemiche connesse a Six Days in Fallujah non sono ancora terminate.

FONTE: VGC
Quanto è interessante?
6