E3 2019

Skull & Bones: l'avventura piratesca di Ubisoft salta l'E3 e slitta al 2020

Skull & Bones: l'avventura piratesca di Ubisoft salta l'E3 e slitta al 2020
di

Skull & Bones, l'ambiziosa avventura sandbox ad ambientazione piratesca di Ubisoft Singapore, subisce un ulteriore ritardo. A confermare il posticipo al 2020 del progetto e la sua assenza dall'E3 2019 sono gli stessi vertici del colosso videoludico francese in sede di presentazione degli ultimi risultati finanziari.

Attraverso le pagine del profilo Twitter ufficiale del gioco, il produttore Karl von der Luhe prova a ricostruire l'intera faccenda e a offrirci dei chiarimenti: "Potresti aver sentito che la data di lancio di Skull è stata spostata e che non saremo all'E3. Siate certi che stiamo lavorando sodo come sempre per assicurarci che il gioco migliori sempre di più, la qualità rimane il nostro obiettivo principale".

Quanto alle voci di corridoio sulla possibile cancellazione del progetto di Skull & Bones, von der Luhe ci tiene a sottolineare che "Ubisoft rimane totalmente impegnata su questo titolo e desidera proporvi questo gioco per condurvi in questo entusiasmante viaggio, per questo siamo fiduciosi del fatto che Skull & Bones sarà fantastico. La nostra community rimane estremamente importante per noi e siamo grati del supporto e della passione che dimostrate nei nostri confronti. Torneremo molto presto con nuovi entusiasmanti aggiornamenti".

Annunciato durante l'E3 2017, l'avventura piratesca di Skull & Bones per PC, PlayStation 4 e Xbox One promette di portarci tra le calde acque dell'Oceano Indiano per salire a bordo delle navi pirata di La Buse, Henry Every e Black Bart con lo scopo di razziare le navi mercantili operanti nella rotta della Compagnia delle Indie nella prima metà del 1700. Al titolo, curiosamente, sarà dedicata anche una serie televisiva.

Quanto è interessante?
8