Skull & Bones: Black Flag è stato il punto di partenza, ma ora è un gioco molto diverso

Skull & Bones: Black Flag è stato il punto di partenza, ma ora è un gioco molto diverso
di

Assassin's Creed IV: Black Flag si distinse enormemente dai capitoli che lo precedettero grazie alla presenza dei combattimenti navali. Un breve esperimento venne in realtà effettuato già in Assassin's Creed 3 dal medesimo team, ma fu solo nel quarto capitolo che questa componente venne implementata su larga scala.

L'anno scorso, intanto, Ubisoft ha annunciato Skull & Bones, titolo che invece ruoterà solo ed esclusivamente attorno alla componente navale. Le somiglianze con Assassin's Creed IV vennero subito notate dai giocatori, e non potrebbe essere altrimenti visto che questa nuova IP ne rappresenta una diretta evoluzione. Il director Bill Money ha però assicurato che Skull & Bones, anche se è stato eretto sulle sue fondamenta, sarà un gioco totalmente diverso.

"Black Flag è stato indubbiamente il punto di partenza. Il nostro studio si occupò di mettere a punto i combattimenti navali di Black Flag, oltre che la sezione in AC3, ma poi ci venne un'idea: prendiamo Black Flag, mettiamo due giocatori nel suo mondo e vediamo cosa succede. È così che è iniziata".

Successivamente ha aggiunto: "AC4 rappresenta le sue fondamenta, ma ci abbiamo costruito sopra un gioco completamente diverso. Certo, ci sono le navi e sono simili, ma quasi ogni sistema che abbiamo implementato è unico e nuovo. Di Black Flag ne è rimasto davvero poco".

Cosa ne pensate delle sue parole? Skull & Bones è tornato a mostrarsi in maniera molto più approfondita durante la conferenza Ubisoft all'E3 2018. Il titolo verrà lanciato in una data non ancora precisata del prossimo anno su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Quanto è interessante?
8