Skull & Bones entra in Alpha dopo 8 anni: nuovi retroscena sullo sviluppo travagliato

Skull & Bones entra in Alpha dopo 8 anni: nuovi retroscena sullo sviluppo travagliato
di

Nell'ultimo report di Ethan Gach, il giornalista di Kotaku ricostruisce le tappe fondamentali del travagliato sviluppo di Skull & Bones per condividere degli interessanti retroscena sui motivi che hanno spinto Ubisoft ad azzerrare e rinviare più volte i lavori su questo ambizioso sandbox piratesco.

L'articolo di Kotaku ricorda come lo sviluppo di Skull & Bones sia iniziato nell'ormai lontano 2013 come espansione multiplayer di Assassin's Creed 4 Black Flag, salvo poi divenire un titolo a se stante da lanciare come spin-off MMO.

Negli otto anni trascorsi dall'inizio dei lavori, a detta delle fonti anonime citate da Gach il budget complessivo stanziato da Ubisoft supererebbe i 120 milioni di dollari, un vero e proprio patrimonio di risorse che sarebbe stato dilapidato in conseguenza della mancanza di visione e di quella che il giornalista di Kotaku descrive come "una cultura del lavoro tossica", da qui i numerosi posticipi e azzeramento nello sviluppo che hanno interessato Skull & Bones.

Le acque agitate in cui ha navigato idealmente questa nuova IP nel corso degli ultimi anni, però, sarebbero ormai un ricordo del passato, a giudicare dalle dichiarazioni condivise da Ubisoft in risposta alle anticipazioni del report di Kotaku. Un portavoce del colosso videoludico francese ha infatti precisato che "il team di Skull & Bones è orgoglioso del lavoro svolto su questo progetto e non vede l'ora di condividere maggiori dettagli quando sarà il momento. Dall'ultimo aggiornamento, la produzione del gioco ha raggiunto e superato la fase Alpha. Detto questo, qualsiasi speculazione infondata sul gioco o sulle decisioni prese può soltanto contribuire a demoralizzare il team. Stanno lavorando molto duramente per inaugurare un nuovo franchise e fare sì che l'IP sia all'altezza delle aspettative dei nostri giocatori".

Il rappresentante di Ubisoft sottolinea inoltre come "nell'ultimo anno, abbiamo apportato modifiche significative alle nostre politiche e ai processi decisionali, con l'intento di creare un ambiente di lavoro più sicuro e inclusivo che sappia offrire ai nostri team gli strumento per creare giochi che riflettano la diversità del mondo in cui viviamo".

FONTE: Kotaku
Quanto è interessante?
8