Skull & Bones, pirati solo su next-gen: sospetti anche dal rating ESRB

Skull & Bones, pirati solo su next-gen: sospetti anche dal rating ESRB
di

Mentre si intensificano le voci di corridoio relative ad un secondo reveal di Skull & Bones fissato da Ubisoft per il mese di luglio, l'avventura piratesca è protagonista di un nuovo avvistamento.

Dopo la classificazione di Skull & Bones in Corea del Sud, il titolo ha infatti fatto la sua comparsa anche nel database dell'ESRB (Entertainment Software Rating Board). L'ente nordamericano ha reso pubblica una scheda dedicata a Skull & Bones, dalla quale sembra emergere ancora una volta la cancellazione delle versioni Xbox One e PlayStation 4 del gioco. Esattamente come accaduto per la classificazione brasiliana, anche in questo caso Skull & Bones viene descritto con un titolo atteso in versione PlayStation 5, Xbox Series X|S, PC e Google Stadia.

Nell'assegnare una classificazione "Matura", l'ESRB descrive l'avventura marittima di Ubisoft come adatta ad un pubblico di videogiocatori di età superiore ai 17 anni, a causa della presenza di contenuti violenti e riferimenti a tematiche quali uso di droghe o prostituzione. Sempre stando al database dell'ente di classificazione, Skull & Bones supporterebbe inoltre un sistema di microtransazioni, con acquisti in-game. Accento inoltre sulla presenza di scene violente, come spiagge ricoperte di cadaveri al termine degli scontri navali o marinai impiccati o impalati.

FONTE: ESRB
Quanto è interessante?
3