Square Enix: Sony vuole acquisirne gli studi nipponici, per il fondatore di Eidos Montreal

Square Enix: Sony vuole acquisirne gli studi nipponici, per il fondatore di Eidos Montreal
di

Nel corso di una chiacchierata tra Stephane D'Astous e i giornalisti di GamesIndustry.biz, il fondatore di Eidos Montreal ha riferito di aver ricevuto delle anticipazioni sulle attività che Sony, a suo dire, starebbe portando avanti ormai da tempo per acquisire gli studi giapponesi di Square Enix.

Il papà e, dal 2013, ex dirigente della casa di sviluppo canadese conosciuta per le IP di Deus Ex e Tomb Raider ha discusso della vendita a Embracer Group di Eidos, Crystal Dynamics e Square Enix Montreal per dirsi deluso dall'accaduto.

Guardando alla nuova Square Enix maggiormente ancorata alle IP storiche dell'azienda e al lavoro portato avanti dai propri studi interni e partner giapponesi, D'Astous paragona il colosso videoludico nipponico a "un treno che sta rallentando, credo abbiano bisogno di una generosa iniezione di energie fresche e di liquidità. Ed è un vero peccato perché ci sono davvero tante brave persone in quegli studi".

Il fondatore di Eidos Montreal si lascia poi andare a delle considerazioni sui rumoreggiati tentativi di acquisizione di Square Enix da parte di Sony: "Se guardo a ciò che sta accadendo, ciò che si legge tra le righe è che la resa e l'impegno della divisione giapponese di Square Enix non siano state sufficienti come speravamo inizialmente. E tutto ciò mentre continuano queste attività di fusioni e acquisizioni, specie con Sony che vorrebbe davvero vedere Square Enix all'interno della propria scuderia. Ho sentito voci secondo cui Sony avrebbe manifestato ai vertici di Square Enix Tokyo di essere davvero interessati a un'acquisizione, ma non so dove abbiano portato quelle discussioni. Forse per questo, Matsuda-san (il CEO di Square Enix, ndr) credo abbia considerato la vendita di Eidos e delle altre sussidiarie occidentali come a una svendita da garage".

Quanto è interessante?
5