Esport

SSBU: Nairo racconta la sua verità sulle accuse di abuso sessuale che l'hanno distrutto

SSBU: Nairo racconta la sua verità sulle accuse di abuso sessuale che l'hanno distrutto
di

Il giocatore professionista di Smash Ultimate (community già devastata degli scandali) Nairoby "Nairo" Quezada ha rigettato le accuse di abuso sessuale mosse contro di lui da un altro player, Zack "CaptainZack" Lauth, attraverso una lunghissima lettera aperta postata su Twitter.

A luglio, CaptainZack ha affermato di avere avuto una relazione sessuale con Nairo quando aveva 15 anni. All'epoca (si parla del 2017) Nairo aveva 20 anni. Le accuse hanno portato al ban di Nairo da Twitch e al suo allontanamento dall'organizzazione NRG.

Nairo però non ci sta e ora ha pubblicato una dichiarazione su Twitter affermando che intraprenderà un'azione legale con un documento di 30 pagine che dettaglia la cronologia completa degli eventi dell'affaire con CaptainZack. In un post, Nairo afferma che le accuse di CaptainZack sono "completamente false" e, soprattutto, di aver scritto delle scuse in merito alla vicenda (cosa che ovviamente ha avvallato la versione di CaptainZack) mentre si trovava in uno "stato emotivo di panico".

Nairo, quindi, dice di non aver mai avuto una relazione con CaptainZack perché è eterosessuale. Nella versione di Nairo, gli eventi sarebbero andati diversamente rispetto a quanto messo in circolazione dalla controparte.

Al CEO Dreamland dell'aprile 2017 (luogo del fattaccio), Nairo afferma di aver ospitato con riluttanza CaptainZack nella sua camera d'albergo perché "altrimenti sarebbe rimasto senza camera" dopo un problema con la prenotazione dell'hotel. I due avrebbero dormito in letti separati ma Nairo, la mattina, si sarebbe svegliato con CaptainZack intento a praticargli sesso orale.

Secondo Nairo, CaptainZack nel corso di quel weekend dopo la discussione e l'allontanamento l'avrebbe ripetutamente importunato e molestato, arrivando persino a ricattarlo anche dopo, in altri eventi e per molto tempo. Addirittura chiedendogli soldi – oltre che altri incontri sessuali per evitare che la storia venisse resa pubblica –.

"La dura verità è che Zack mi aveva violentato e mi ha ricattato per tutto questo tempo". "Non avrei mai immaginato di poter essere una vittima di stupro e non ho mai nemmeno pensato a come fosse l'aggressione sessuale a una vittima maschile." “Per questo ho perso tutto: i miei amici, la mia squadra, la mia capacità di competere, il mio canale Twitch, il mio futuro. Ho perso tutta la mia vita a causa di queste orribili bugie e ho pensato di porre fine a tutto”.

Nairo ha ora in programma di intraprendere un'azione legale contro CaptainZack, il quale deve ancora rispondere. Potete leggere tutta la dichiarazione del giocatore a questo indirizzo.

Quanto è interessante?
5