Esport

SSBU: in partenza l'EVO Japan, con polemica per il prize pool

SSBU: in partenza l'EVO Japan, con polemica per il prize pool
di

Sappiamo tutti che Super Smash Bros. non è mai stato tra gli esport di combattimento più ricchi e remunerativi del circuito dei fighting game, ma l'Evo Japan che sta per partire ha innescato l'ennesima polemica, la quale segue le dichiarazioni sulla posizione di Nintendo in merito ai premi in denaro.

In buona sostanza, ogni titolo presente all'EVO Japan presenta un prize pool in denaro suddiviso tra tutti i primi otto qualificati. Tranne Super Smash Bros. Ultimate: chi vincerà il torneo non riceverà alcun premio in denaro, bensì un controller Nintendo Switch Pro.

Il giocatore che riuscirà a salire sul primo gradino del podio in Ultimate, insomma, si porterà a casa solo un "controller personalizzato". Considerate che Super Smash Bros. Ultimate è il titolo più popolare della manifestazione con poco meno di 3.000 iscritti, più del doppio di Street Fighter V. Inoltre, non sembra essere previsto alcun premio per gli altri giocatori di alta classifica.

Ecco la lista ufficiale del prize pool in palio (per il primo e il secondo qualificato) per ogni titolo dell'EVO.

Street Fighter V: $ 9.000 $ 3.600

Tekken 7: $ 9.000 $ 3,600

BlazBlue: Cross Tag Battle: $ 4.500 $ 1.800

Samurai Shodown: $ 4.500 $ 1.800

Soul Calibur VI: $ 4.500 $ 1.800

SSB Ultimate: Pro Controller.

Il problema non sembra provenire dall'organizzazione interna dell'EVO o dalla mancanza di sponsor, bensì dalla stessa Nintendo e dall'assenza di supporto alla scena esport, soprattutto in madrepatria, terra che si sta aprendo da poco alle competizioni strutturate e remunerate.

La grande N, comunque, non fa parte della Japan Esports Union (JESU) e quindi non partecipa in maniera attiva all'espansione dell'esport. Il fatto che Nintendo non sia ancora affiliata alla JESU impone alla società, ad esempio, limiti stringenti alla possibilità di mettere in palio premi in denaro.

Come sappiamo in Giappone esistono leggi ferree che disciplinano il gioco d'azzardo. In queste norme ci rientra anche l'esport, con qualche apertura recente concessa proprio alla JESU. Dunque, non godendo della “protezione” della JESU, Nintendo non può decidere autonomamente l'ammontare dei premi da assegnare. Il limite per il montepremi dell'EVO, senza licenza JESU, ammonterebbe a circa $ 900, comunque più del valore di un controller Pro personalizzato.

Quanto è interessante?
5