Stadia è viva è vegeta, assicura Google: un messaggio per i diffidenti

Stadia è viva è vegeta, assicura Google: un messaggio per i diffidenti
di

L'annuncio della chiusura dei team di sviluppo interni di Stadia ha in parte danneggiato l'immagine della piattaforma di cloud gaming di Google, che nonostante i quasi due anni di età ancora fatica a conquistare quote importanti di mercato.

Nonostante nei mesi scorsi qualcuno abbia già suonato la campana a morto, in ogni caso, il progetto è ben lungi dal potersi definire fallita: "Stadia è viva e vegeta", ha assicurato il Developer Marketing Lead Nate Ahearn in una chiacchierata con GamesIndustry.biz, sottolineando che il gigante di Mountain View sta mantenendo la sua promessa di pubblicare oltre 100 giochi su Stadia nel 2021. "Siamo sulla buona strada per la pubblicazione di oltre 100 nuovi giochi su Stadia nel 2021. Stiamo continuando a lavorare per rendere Stadia un posto fantastico per giocare ai titoli sui dispositivi che già possedete".

Non è mancato, inoltre, un messaggio diretto a tutti coloro che hanno mostrato scarsa fiducia nel progetto Stadia: "A tutti i diffidenti consiglio di prestare attenzione e osservare per bene come stiamo mettendo in pratica le nostre promesse, mentre facciamo crescere il programma Stadia Makers e le nostre collaborazioni con studi AAA come Capcom, EA, Square Enix, Ubisoft e altri".

Ahearn ha ricordato il recente arrivo di Resident Evil Village al day-one sulla piattaforma e l'aggiunta di tripla A del calibro di Resident Evil 7 e Star Wars Jedi Fallen Order al catalogo di Stadia Pro. Riguardo ai 6 membri che hanno recentemente lasciato Stadia per unirsi a Jade Raymond, Google è felice "di essere stata in grado di aiutarli a trovare nuove opportunità". Il Product Team di Stadia è ora guidato da Dov Zimring, un "googler di lunga data, oltre che il fondatore di Stadia", che "guiderà il team verso l'obiettivo di creare la miglior piattaforme di gioco per i giocatori e la miglior tecnologia per i partner".

Quanto è interessante?
7