STALKER 2: ripartono i lavori malgrado la guerra in Ucraina, nuove info sulla difficoltà

STALKER 2: ripartono i lavori malgrado la guerra in Ucraina, nuove info sulla difficoltà
di

Sicuramente ricorderete dell'interruzione temporanea dello sviluppo di STALKER 2: Heart of Chornobyl a causa della guerra in Ucraina, le cui terribili immagini sono state diffuse persino dagli sviluppatori. Sembra però che qualcosa si stia muovendo e che i lavori sul progetto siano ripartiti.

La conferma è arrivata tramite un messaggio di uno degli sviluppatori sul server Discord ufficiale del gioco, in risposta alla domanda di un fan. Purtroppo non ci è dato sapere se il chiacchierato trasferimento di GSC Game Worlds in Repubblica Ceca sia effettivamente avvenuto, consentendo al team di lavorare in tutta tranquillità e al riparo dai pericoli del conflitto. Non si conosce inoltre la nuova data d'uscita, dal momento che le difficoltà incontrate dagli sviluppatori nel corso degli ultimi mesi avranno sicuramente un impatto sul day one, attualmente fissato all'8 dicembre 2022.

Sappiamo per qualche dettaglio aggiuntivo sul livello di sfida del gioco sempre grazie alle risposte date ai fan su Discord. Sembrerebbe che l'intenzione di GSC sia quella di implementare un'ampia gamma di opzioni legate alla difficoltà, così da permettere ai giocatori di non limitarsi a scegliere tra i livelli predefiniti e di personalizzarla sotto ogni aspetto. In questo modo sarà possibile godersi il gioco sia per i veterani alla ricerca di un'esperienza hardcore che per gli utenti casual.

Vi ricordiamo che proprio durante il conflitto in territorio ucraino il team di sviluppo del gioco ha deciso di modificare il sottotitolo di STALKER 2 in Heart of Chornobyl, cambiamento apparentemente irrisorio ma che contiene un messaggio molto importante.

Quanto è interessante?
4