di

Nel loro ultimo approfondimento, i giornalisti di GamingBolt traggono spunto dalle spettacolari scene di gameplay di STALKER 2 ammirate durante l'E3 2021 per discutere del lavoro svolto GSC sulla componente grafica dell'atteso sparatutto open world ambientato nella Zona di Esclusione di Chernobyl.

L'analisi di GC evidenzia i punti più importanti e rappresentativi del gameplay trailer mostrato durante lo Showcase Xbox e Bethesda, sottolineando l'impegno profuso dagli sviluppatori di Kiev nel fare del proprio titolo una vetrina delle potenzialità grafiche dei PC più performanti e delle console di ultima generazione.

Le enormi ambizioni di GSC traspaiono nell'utilizzo del Ray Tracing per infondere ulteriore carattere alle ambientazioni all'aperto e agli scenari al chiuso, come pure nell'adozione di shader estremamente evoluti per mappare la superficie di nemici, personaggi e creature con texture ai limiti del fotorealismo. Il balzo generazionale si avverte anche ammirando i capelli dei protagonisti, per tacere della ricchezza dei modelli poligonali delle armi, della bontà del sistema particellare o dell'immersione restituita dall'illuminazione volumetrica.

La vocazione nextgen del progetto targato GSC Game World,d'altronde, si riflette sulle elevate specifiche di STALKER 2 su PC, con requisiti hardware da poter soddisfare soltanto attraverso un PC gaming di fascia medio-alta. Il lungo percorso di sviluppo intrapreso da GSC si concluderà il 28 aprile 2022 con l'uscita di STALKER 2 su PC e Xbox Series X/S, con approdo immediato nel catalogo digitale degli abbonati a Xbox Game Pass.

FONTE: GamingBolt
Quanto è interessante?
8