Star Citizen e i tempi di sviluppo 'astronomici': Chris Roberts risponde alle critiche

Star Citizen e i tempi di sviluppo 'astronomici': Chris Roberts risponde alle critiche
di

I ripetuti tagli alla roadmap di Star Citizen e le critiche crescenti dei fan nella lunga attesa patita per l'uscita della "versione 1.0" spingono il fondatore e boss di Cloud Imperium Games, Chris Roberts, a pubblicare una lettera aperta per rispondere alle polemiche e fornire dei chiarimenti.

Il massimo rappresentante degli autori di Star Citizen spiega di condividere la medesima frustrazione dei fan, sia per quanto concerne le incongruenze nella comunicazione di Cloud Imperium legate alla roadmap dei futuri contenuti in arrivo nel kolossal sci-fi che, ovviamente, per le sue tempistiche di sviluppo.

Per risolvere almeno una di queste criticità, Roberts promette di inaugurare una nuova fase di sviluppo improntata alla trasparenza, a cominciare dalla prossima roadmap "dinamica" che s'accompagnerà ad una descrizione minuziosa di ogni singola novità in arrivo, con tanto di indicazioni (seppur generiche) sui tempi richiesti per il loro ingresso nel gioco.

Quanto alle critiche per l'agognata "versione 1.0" di Star Citizen e il suo tempo di attesa, Roberts specifica che "in passato vi ho descritto la mia visione sui contenuti della versione finale di Star Citizen, ma prometto che quella visione non è un sogno che richiederà 10 o 20 anni per concretizzarsi. Comprende sistemi, funzioni e modalità che sono già state implementate o sulle quali stiamo già lavorando. Certo, non posso promettervi quando potremo pubblicare la nuova roadmap ma di sicuro saprete dal nostro team quali progressi stiamo facendo, contiamo di condividere queste informazioni praticamente in tempo reale".

Nel frattempo, vi ricordiamo che Star Citizen è gratis per due settimane, con una prova che coinvolge gli appassionati e permette loro di accedere a tutti i contenuti dell'attuale fase in Alpha testing su PC.

Quanto è interessante?
6