Starfield: Bethesda ha detto addio alla 'crunch culture', assicura Matt Booty

Starfield: Bethesda ha detto addio alla 'crunch culture', assicura Matt Booty
di

Ha fatto molto discutere il report di Kotaku in merito a Bethesda ed allo sviluppo di Fallout 76 funestato dal crunch, che avrebbe inoltre avuto come conseguenza ritardi nei lavori su Starfield. Diversi ex tester della compagnia sarebbero stati soggetti a straordinari forzati e turni lavorativi anche superiori alle 10 ore giornaliere.

Questa delicata situazione interna, però, potrebbe essere finalmente alle spalle, almeno stando alle parole di Matt Booty, capo di Xbox Game Studios, che negli scorsi giorni ha tenuto un meeting con i vertici della compagnia per discutere di Bethesda e della questione crunch. Durante l'incontro, Booty si è detto "fiducioso" sul fatto che l'azienda non faccia più ricorso a simili pratiche durante lo sviluppo dei suoi progetti.

Al meeting, del quale la testata Kotaku ha potuto vedere la registrazione, il leader di Xbox Game Studios afferma di aver "parlato con i dirigenti di Bethesda, e so che ora non c'è più una situazione in cui il personale viene sottoposto a crunch e ad un'atmosfera intimidatoria, sono sicuro di ciò". Booty si è poi soffermato maggiormente sulla controversa tematica, sottolineando che "non è giusto" far ricadere le colpe per questa cultura scorretta sulla sola Bethesda: "Era semplicemente parte dell'industria, non lo dico come giustificazione, ma che era proprio usanza dell'industria videoludica. Io stesso ho letteralmente dormito sotto la mia scrivania a inizio carriera, e per noi era come una medaglia d'onore".

Originariamente previsto per novembre 2022, Starfield è stato rinviato al 2023 assieme a RedFall di Arkane Studios. I due giochi sono attualmente sprovvisti di una nuova data definitiva, ma si spera che questo tempo extra eviti per l'appunto il verificarsi di nuovi fenomeni di crunch che, se le parole di Booty sono veritiere, non dovrebbero più far parte di Bethesda e di tutti gli studi collegati.

Quanto è interessante?
10