Starfield rinviato: Bethesda temeva diventasse il nuovo Cyberpunk, parla Jason Schreier

Starfield rinviato: Bethesda temeva diventasse il nuovo Cyberpunk, parla Jason Schreier
di

Come abbiamo appreso da poco tempo, Bethesda ha annunciato ufficialmente che Redfall e Starfield sono stati rinviati alla prima metà del 2023. Entrambi i titoli, attesissimi da parte dell'utenza Xbox, erano previsti al lancio entro quest'anno, con Starfield che aveva ricevuto una data di esordio ben precisa.

Sulla questione è puntualmente intervenuto Jason Schreier, noto giornalista di Bloomberg tra gli insider videoludici più affidabili. Stando a quanto riportato sul suo profilo Twitter, il rinvio di Starfield, in particolare, si è reso necessario affinché il gioco non subisse lo stesso destino che ha colpito al lancio Cyberpunk 2077 di CD Projekt RED. A quanto pare nel momento dell'annuncio della data di lancio, molti sviluppatori di Bethesda si dicevano estremamente preoccupati che il prodotto potesse arrivare sugli scaffali in condizioni non ottimali.

"La scorsa primavera prima dell'E3, ho parlato con alcune persone di Starfield che erano estremamente preoccupate di impegnarsi con la data di pubblicazione dell'11-11-22 in base ai progressi che avevano fatto fino a quel momento. ("Il prossimo Cyberpunk" erano le parole che giravano). Bene per Bethesda aver rimandato anche dopo aver annunciato quella data specifica".

Di Starfield non abbiamo mai visto nulla in-game, ma solo breve cut-scenes in engine, e gli sviluppatori si sono limitati in questi mesi a diffondere alcuni splendidi artwork su cui si baserà la space opera di Bethesda e Microsoft.

Quanto è interessante?
10