Starfield: troppi dialoghi potrebbero danneggiarne la qualità, parlano gli sviluppatori

Starfield: troppi dialoghi potrebbero danneggiarne la qualità, parlano gli sviluppatori
di

In occasione del TGS 2021 il creative director di Bethesda, Todd Howard, ha svelato che il nuovo kolossal sci-fi Starfield avrà più di 150.000 linee di dialogo. In risposta a tale annuncio, alcuni sviluppatori hanno sollevato una serie di dubbi e preoccupazioni.

Il nuovo "Skyrim nello spazio", come è stato definito dallo stesso Howard, conterrà infatti una mole di dialoghi impressionante anche per i più grandi RPG mai sviluppati, con ben 150.000 linee. Wyn Rush, senior narrative designer presso The Coalition e sviluppatore della celebre serie di Gears of War, ha espresso ai colleghi di Kotaku un riassunto delle preoccupazioni che l'annuncio di Bethesda ha sollevato nell'ambiente. L'implementazione di una sceneggiatura così grande richiederebbe infatti un grandissimo lavoro che va oltre i semplici autori del gioco: "Un enorme copione di gioco non è solo una mole di lavoro enorme per il team di scrittura...è lavoro anche per il dipartimento audio, per gli ingegneri, gli animatori e probabilmente per i level designer...un copione così grande significa molto tempo per la registrazione dei VO, per l'elaborazione delle registrazioni e per la gestione della riga di script" ha affermato Rush.

Oltre al tempo e alla quantità di lavoro necessarie la preoccupazione più grande per Rush è però quello della qualità: una gestione coerente della direzione creativa e una localizzazione accurata dei punti più deboli della sceneggiatura: "In un mare di linee così grande, posso solo immaginare quanto sia andato perso, confuso o [impropriamente] controllato. Anche i migliori processi e i team più attenti perderebbero qualcosa tra le varie crepe".

Anche il narrative designer di Bungie, Robert Brookes, ha espresso qualche timore: secondo lo sviluppatore 150.000 linee di dialogo comporterebbero oltre 500 ore di sessioni in poco meno di un anno e mezzo, a patto di non utilizzare più studi e direttori audio contemporaneamente.

Insomma, l'ambiente degli sviluppatori non ha accolto con unanime entusiasmo l'annuncio di Todd Howard. Non resta che attendere il prodotto finito per vedere come andranno le cose. Prima di lasciarvi vi ricordiamo che Starfield uscirà l'11 novembre 2022 su PC e in esclusiva per Xbox Series X/S.

FONTE: kotaku
Quanto è interessante?
4