State of Decay 3: il founder di Undead Labs voleva creare il 'survival definitivo'

State of Decay 3: il founder di Undead Labs voleva creare il 'survival definitivo'
di

Prima che lasciasse lo studio che ha contribuito a fondare nel 2009, Jeff Strain di Undead Labs aveva grandi ambizioni con State of Decay 3, il terzo capitolo della serie atteso su PC e Xbox Series X/S in un futuro ancora non meglio precisato.

In precedenza nel corso del 2022, Phil Spencer ha rivelato che sono stati fatti grandi progressi nello sviluppo di State of Decay 3, segno che i lavori procedono a ritmo serrato nonostante manchi ancora una data d'uscita precisa. Ad ogni modo Strain era ancora parte di Undead Labs quando i lavori sul terzo gioco sono iniziati, lasciando il team poco tempo dopo per poi aprire nel 2021 il suo nuovo studio Possibility Space. Rispondendo ad alcune domande di Kotaku, il designer ha rivelato quale sarebbe stata la sua visione per State of Decay 3.

"Sarebbe stato il compimento definitivo del concetto di survival che abbiamo introdotto con il primo State of Decay", afferma l'autore lasciando intendere quindi che nei piani c'era un'evoluzione del concept già mostrato nei precedenti titoli, usciti rispettivamente nel 2013 e nel 2018. Strain descrive il brand come "un gioco dall'impostazione simulativa: più profonda è la simulazione, più ricche saranno le meccaniche di gioco e il senso d'azione".

L'ex membro di Undead Labs rivela inoltre alcuni retroscena sulle prime fasi di sviluppo del nuovo episodio, ben più imponente rispetto al passato: "Come tanti altri progetti che compiono il difficile passaggio allo sviluppo Tripla A, c'erano un sacco di strade e situazioni completamente sconosciute da seguire. Ho lavorato su SOD3 quando era ancora semplice, nella fase di sviluppo dove si pensano idee. Il difficile passaggio del trasformare le idee in un gioco vero e proprio è avvenuto dopo che ho lasciato".

Considerate le ambizioni dietro al progetto, Undead Labs si è espansa per i lavori su State of Decay 3, assumendo tra gli altri anche veterani dell'industria con esperienze presso Electronic Arts e Volition. Ora non resta che vedere l'opera nuovamente in azione.

Quanto è interessante?
7