Steam e le Mod: i nuovi contenuti del Workshop dovranno essere approvati dai moderatori

Steam e le Mod: i nuovi contenuti del Workshop dovranno essere approvati dai moderatori
di

In base alle sempre più numerose segnalazioni pervenute dai modder sui principali siti e forum videoludici, i vertici di Valve avrebbero reso più restrittive le modalità di pubblicazione dei contenuti su Steam Workshop.

Sin dal suo lancio, avvenuto nel gennaio del 2008, la piattaforma Workshop integrata nel client di Steam ha permesso a milioni di sviluppatori dilettanti di condividere le proprie mod con il resto della community attraverso una procedura piuttosto veloce e senza alcuna limitazione o "censura" di sorta, se non a posteriori dopo un controllo dei moderatori di Steam che poteva avvenire su segnalazione degli altri utenti.

Le ultime modifiche operate dalla software house di Gabe Newell, scoperte di recente dai modder di Counter Strike Global Offensive e confermate da molti altri sviluppatori amatoriali, hanno invece introdotto un sistema di certificazione a due fattori che prevede, d'ora in avanti, la conferma dell'identità dell'autore della mod e, soprattutto, il controllo preventivo di un moderatore di Steam che si incaricherà di avallare, o di negare, l'autorizzazione a pubblicare i contenuti in questione.

Il cambio di politica attuato da Valve, nelle intenzioni del colosso videoludico statunitense, dovrebbe garantire un miglioramento del servizio e la fine delle cosiddette "mod spam", come i finti pacchetti di skin gratuite di CS:GO. A proposito di mod, avete ascoltato i nuovi brani di The Witcher 3 aggiunti di recente dai modder alla colonna sonora del capolavoro di CD Projekt?

FONTE: Reddit
Quanto è interessante?
5