Gli stereotipi dei videogiochi: il primo cliché, gli eroi senza memoria

INFORMAZIONI GIOCO
di

Everyeye inagura la sua nuova rubrica: Dèjà Vu, interamente dedicata ai cliché e agli stereotipi del mondo dei videogiochi che ci accompagnano ormai da decenni. E quale modo migliore per iniziare se non parlando di protagonisti smemorati?

Il primo numero di Dèjà Vu si concentra sugli eroi dei videogiochi senza memoria, personaggi che si risvegliano in preda ad una forte amnesia, non ricordando nulla del loro passato. Proprio come Geralt di Rivia nel primo The Witcher, o anche al Senza Nome di Planescape Torment, che proprio sulla ricerca dei loro ricordi si basa gran parte della narrativa delle loro avventure, rendendole ancora più affascinanti e coinvolgenti.

E come dimenticare Star Wars Knights of the Old Republic, che proprio grazie all'amnesia del suo protagonista permette di dare vita ad uno dei più clamorosi colpi di scena mai orchestrati da BioWare nel corso della sua carriera? Non scenderemo in maggiori dettagli, dato l'annuncio di Star Wars KOTOR Remake come esclusiva console PS5 al lancio, sviluppato da Aspyr, che con tutta probabilità vorrà dare un nuovo slancio in chiave moderna a quell'evento specifico che lasciò senza parole migliaia di giocatori.

Ma questi sono soltanto alcuni degli esempi trattati nell'edizione inaugurale di Dèjà Vu, rubrica pronta a farvi rivivere un poco alla volta tutti i cliché dei videogiochi.

Quanto è interessante?
1