Street Fighter 6, il provato dal Tokyo Game Show 2022: ci ha convinto?

di

Il Tokyo Game Show 2022 ci ha permesso di poter toccare con mano la demo più recente di Street Fighter 6, un titolo che si afferma sulla scena con una identità molto forte, caratterizzata da una propensione alla spettacolarità e dalla volontà di proporre un gameplay davvero adatto a tutti.

La nuova demo di Street Fighter 6 si è mostrata più completa della precedente, soprattutto per quanto riguarda il roster di personaggi giocabili. Uno dei combattenti che più ci ha colpito è Kimberly, energica lottatrice che esegue combo a passo di danza. La lottatrice afroamericana si è mostrata in una serie di mosse agguerrite, tra cui una capace di scagliare in aria l'avversario, dandoci quindi la possibilità di utilizzare delle speciali bombolette per dare inizio alla sua mossa speciale.

Le arene disponibili in questa versione del gioco si sono dimostrate ricche di colori e di dettagli, all'interno di un titolo che vanta una direzione artistica dal forte impatto visivo e con una identità da subito riconoscibile.

Street Fighter 6 si presenta inoltre come una produzione capace di soddisfare sia i veterani della serie che i neofiti, la cui esperienza sarà accompagnata dalla presenza del Drive System, utile a rendere meno complesse le combo del gioco più articolate.

Se siete curiosi di saperne di più sull'ultima fatica di Capcom, vi rimandiamo alla versione estesa del nostro provato di Street Fighter 6.

Il picchiaduro Street Fighter 6 uscirà nel 2023 su Xbox Series S|X, PlayStation 5, PlayStation 4 e PC.

Quanto è interessante?
4