Esport

Street Fighter V: Capcom banna il pro player Robinho, il motivo è gravissimo

Street Fighter V: Capcom banna il pro player Robinho, il motivo è gravissimo
di

Nel corso delle ultime ore è accaduto uno spiacevolissimo evento che ha scosso l'intera community di appassionati di picchiaduro e che ha costretto Capcom a bandire un popolare giocatore professionista non solo dalle competizione di Street Fighter V ma da qualsiasi titolo dell'azienda.

Il giocatore in questione è il brasiliano Robson "robinho" Oliveira, il quale ha sconvolto tutti con una serie di dichiarazioni fatte nel corso di una recente diretta streaming. Stando agli utenti che hanno assistito all'evento, il pro player si sarebbe vantato di aver partecipato ad un abuso di gruppo ai danni della sua ex ragazza con l'obiettivo di vendicarsi di un tradimento. Ad aggravare ulteriormente la situazione è il modo con il quale Oliveira avrebbe narrato il crimine commesso, dal momento che gli utenti che hanno fatto da spettatori parlano di continui sorrisi e battute che hanno accompagnato la descrizione degli incommentabili atti.

Ovviamente i provvedimenti non riguardano solo l'esclusione del giocatore da Capcom Pro Tour e Street Fighter League, dal momento che le autorità brasiliane avvieranno delle indagini per verificare le dichiarazioni di Oliveira ed agire di conseguenza.

Prima di lasciarvi al tweet ufficiale di Capcom, vi ricordiamo che qualche mese fa sono stati pubblicati i costumi di Street Fighter V per supportare la ricerca sul cancro al seno.

Quanto è interessante?
5