Studio sui teenager USA: l'86% dei genitori critica il tempo trascorso sui videogiochi

Studio sui teenager USA: l'86% dei genitori critica il tempo trascorso sui videogiochi
di

Sulle pagine di EurekAlert sono stati pubblicati gli studi condotti dall'Università del Michigan e dal C.S. Mott Children's Hospital sul rapporto tra i videogiochi e i genitori di figli teenager.

Stando a quanto emerso dall'analisi condotta dai due istituti di ricerca attraverso un sondaggio che ha coinvolto un campione rappresentativo della popolazione statunitense, l'86% dei genitori concorda sul fatto che i propri figli adolescenti dedicano troppo tempo ai videogiochi.

Il pediatra Gary Freed osserva inoltre come "sebbene molti genitori credano che i videogiochi possano essere un fattore positivo per la crescita dei propri figli teenager, sono in tanti a ritenere che i videogiochi possano produrre una serie di impatti negativi, soprattutto per chi si dedica a sessioni di gameplay prolungate".

Sempre in merito ai comportamenti tenuti dai propri figli, lo stesso Freed sottolinea che, specie alla luce dei risultati emersi da questa indagine, "i genitori dovrebbero cominciare a esaminare da vicino il comportamento dei propri figli e stabilire dei limiti ragionevoli per ridurne gli eventuali impatti dannosi sul sonno, sulle relazioni familiari o tra coetanei e sulle prestazioni scolastiche". Lo studio evidenzia anche dei modelli di comportamento diversi tra ragazzi e ragazze, con queste ultime che, a detta dei genitori, sarebbero meno inclini a giocare ogni giorno.

Come sottolineato da questi studi, lo scetticismo nutrito dai genitori per il medium videoludico potrebbe perciò essere superato semplicemente rafforzando il legame con il proprio figlio e acquisendo insieme a lui una maggiore consapevolezza sul tempo da dedicare ai videogiochi.

FONTE: EurekAlert
Quanto è interessante?
5