Super Mario 64, Nintendo colpisce ancora: rimosse scansioni di una guida del 1996

Super Mario 64, Nintendo colpisce ancora: rimosse scansioni di una guida del 1996
di

Sappiamo bene che Nintendo sta attentissima alle sue proprietà intellettuali, al punto da mettere fine a progetti amatoriali basati sui suoi brand o far chiudere i canali social di chi pubblica senza permesso qualunque elemento collegato ai propri copyright.

Negli scorsi mesi, ad esempio, Nintendo ha fatto rimuovere 1300 brani dei suoi giochi da un canale Youtube molto popolare, GilvaSunner, attivo dal 2010. E adesso sembra che neanche le scansioni delle sue guide ufficiali vengano risparmiate. Il libro intitolato Super Mario 64 Complete Clear Guide Book, uscito nel 1996 esclusivamente in Giappone e pubblicato in rete da Comfort Food Video Games, è stato infatti completamente rimosso dalla rete in seguito a un reclamo di Nintendo of America all'Internet Archive.

L'opera cartacea non ha mai varcato i confini nipponici ed è ormai fuori commercio da decenni, l'azione di CFVG aveva unicamente uno scopo informativo e, tra l'altro, non guadagnava assolutamente nulla dalla pubblicazione degli scan online. "Pur avendo completamente chiaro che stiano solo proteggendo la propria IP e il copyright, non credo che stessi facendo un danno a nessuno scansionando e pubblicando online una guida di 27 anni fa totalmente fuori stampa. Ciò che volevo fare era diffondere il mio amore per questa incredibile guida e, di conseguenza, il mio amore per la compagnia", spiega CFVG ai microfoni di Kotaku.

La questione ricade infine sulla preservazione dei videogiochi, da tempo molto dibattuta con il continuo espandersi del mercato digitale e la chiusura dei server sulle piattaforme più vecchie che rischiano di far scomparire nel nulla innumerevoli produzioni: "Sono nuovo sulla scena della preservazione dei videogiochi, ma non riesco a pensare a qualcosa di più deprimente di un gruppo di persone che lavorano sodo e spendono il proprio tempo libero ed il loro soldi ad archiviare e preservare la storia del videogioco, mentre compagnie come Nintendo non fanno nulla per aiutare e, anzi, ostacolano la causa", conclude CFVG.

Si tratta, come detto, di un tema estremamente attuale: Nintendo chiuderà l'eShop Wii U e 3DS nel 2023, con tante produzioni che rischiano così di scomparire nel nulla. Lo stesso rischio che, a questo punto, corrono anche alcune guide storiche.

FONTE: Kotaku.com
Quanto è interessante?
6