Tales of Arise è davvero il miglior gioco della serie? Scopriamolo insieme

di

Con il progetto di Tales of Arise, Bandai Namco e gli autori dei Tales Studios promettono di evolvere e migliorare ogni aspetto della loro serie ruolistica giunta al suo venticinquesimo anniversario. Ci saranno riusciti? Scopriamolo nella nostra videorecensione.

Come rimarcato dall'ultima prova di Tales of Arise offertaci dal publisher giapponese a ridosso dell'uscita del titolo, la nuova esperienza JRPG ha l'ambizione di essere più grande e spettacolare degli episodi precedenti.

Per raggiungere questo risultato, i Tales Studios hanno adottato un nuovo motore grafico e stratificato la narrazione per raccontare una storia di riscatto che vede per protagonisti un ragazzo e una ragazza costretti a collaborare pur provenendo da due pianeti in eterno conflitto.

Le formule ludiche e autoriali adottate dagli sviluppatori nipponici vengono enfatizzate dal grande senso di libertà che si percepisce sin dalle prime battute dell'avventura, merito di una verticalità sconosciuta alla serie e delle tante innovazioni che attraversano il sistema di combattimento, la progressione delle attività e il comparto artistico.

Tirando le somme, il titolo rappresenta quindi la vetta più alta mai raggiunta dalla saga ruolistica di Bandai Namco, per i motivi spiegati anche dal buon Antonello "Kirito" Bello nella nostra recensione di Tales of Arise in vista dell'uscita del JRPG, prevista per il 10 settembre su PC, PS4, Xbox One, PlayStation 5 e Xbox Series X/S.

Quanto è interessante?
4