di

Subito dopo la presentazione del Dev Kit 1 di Oculus Rift, Square-Enix iniziò nel 2013 un lavoro di ricerca per il suo "Project Hikari", ossia un tentativo di adattare i manga ad un'esperienza VR in pieno stile manga.

Project Hikari si chiama oggi Tales of the Wedding Rings VR, titolo basato sull'omonimo fumetto giapponese, ed è stato presentato in forma "giocabile" in occasione del Comic Con di New York. Il prodotto si pone come un'esperienza dall'interattività molto limitata, il cui obiettivo principale è quello di raccontare una storia come farebbe un manga in uno spazio virtuale realizzato in 3D.

Come potete notare dal video che trovate in cima alla notizia (risalente a quasi un anno fa), abbiamo una successione continua di una scena principale in cui i personaggi agiscono, nel mentre vengono sovrapposte a schermo le tradizionali illustrazioni che vediamo tipicamente nei manga; il tutto a creare un'esperienza ibrida. Al momento è confermato solo il doppiaggio giapponese (con la presenza di alcune nuvole di testo tradotte in inglese).

Tales of the Wedding Rings sarà pubblicato nel corso del 2018 su piattaforme VR non ancora note.

Quanto è interessante?
7