Esport

Teamfight Tactics: nasce ufficialmente la scena esport, al via il primo evento globale

Teamfight Tactics: nasce ufficialmente la scena esport, al via il primo evento globale
di

Riot Games ha annunciato il Teamfight Tactics: Galaxies Championship, aprendo così la strada alla scena esport di TFT. Con questa iniziativa Riot Games punta a dare ai migliori giocatori di TFT la possibilità di competere per portarsi a casa un prize pool di 200.000 Dollari.

Secondo quanto riportato nella pagina ufficiale, le competizioni inizieranno a maggio mentre, le regioni che potranno ospitare i tornei – ovviamente virtuali, data la persistenza dell'emergenza sanitaria legata al Covid-19 – si occuperanno anche di mettere in piedi anche le finali regionali che consentiranno ai giocatori di guadagnarsi un posto nelle finali mondiali.

Nel mese di agosto, invece, i primi 10 giocatori classificati in ogni regione si sfideranno per entrare nella Top 16 che parteciperà alla fase finale del Global Championship.

Il Teamfight Tactics: Galaxies Championship sarà anche il primo campionato che presenterà un vero e proprio sistema di qualificazione. Tutti gli eventi organizzati sino a questo momento, infatti, sono stati Invitational chiusi e riservati a streamer e personalità del Web. Inoltre, sarà il primo torneo globale di TFT, con un sistema misto tra ladder e “organized play” specifico per ogni regione.

Attraverso l'organized play Riot Games ha in programma di organizzare una serie di tornei online a partire da maggio, in cui i giocatori parteciperanno per guadagnare punti la classifica finale che mette in palio due posti alle finali regionali. Ulteriori informazioni diverranno disponibili verso fine aprile, perché in questo momento non è chiaro se l'organized play sia specifico per il Nord America o se arriverà anche in Europa e nelle altre regioni.

I partecipanti alla fase finale potranno però qualificarsi da otto Qualifier regionali riservati ai migliori delle rispettive regioni: Nord America, Cina, Europa, Giappone, Brasile, Corea del Sud, Turchia e America Latina. Dalla regione “Europa- CIS e Middle-East”, ad esempio, potranno uscire tre qualificati.

Inoltre, Riot Games sembra avere le idee molto chiare per il futuro esport di TFT. Prossimamente sveleranno Community Competition Guidelines di TFT per dar modo agli organizzatori di terze parti di creare opportunità competitive facilitando anche la stessa gestione dei futuri tornei di TFT.

Noi abbiamo avuto l'opportunità di scambiare quattro chiacchiere con il team di sviluppo che ci ha raccontato dei progetti per il futuro dell'auto battler targato Riot Games.

Quanto è interessante?
2
Teamfight Tactics: nasce ufficialmente la scena esport, al via il primo evento globale