TGA 2023, quest'anno niente 'World Premiere': il nome è stato abbandonato

TGA 2023, quest'anno niente 'World Premiere': il nome è stato abbandonato
di

Pensare ai The Game Awards vuol dire pensare alle incessanti "World Premiere" mostrate durante le ultime edizioni dell'evento a tema videoludico. Tuttavia, per l'edizione 2023, sembra che le cose siano cambiate all'interno dell'organizzazione guidata da Geoff Keighley.

Il noto conduttore canadese ha svelato che il branding "World Premiere" sarà abbandonato a partire da quest'anno, dal momento che l'etichetta che anticipava i filmati poteva causare della confusione tra gli spettatori.

"In realtà - vedrete quest'anno - spesso abbiamo usato l'etichetta, 'World Premiere, World Premiere'... Ci allontaneremo da questo, proprio perché tutti si chiedono "È una prima occhiata?" È un annuncio?’ ecc. Quindi trattiamo tutto come un ottimo contenuto legato al gaming". Questo non significa che non ci saranno nuovi annunci, ma solo che non ci verranno anticipati dal branding "World Premiere" a cui lo show ci ha abituati sino allo scorso anno.

Un altro motivo per cui ci ricordiamo dei TGA sono, per quanto strano possa sembrare, le invasioni sul palco avvenute durante gli ultimi show. Ai The Game Awards dell'anno scorso un ragazzo si è inserito scaltramente tra il team di Elden Ring durante il discorso di accettazione del GOTY per nominare Bill Clinton, mentre durante la serata di apertura della Gamescom di quest'anno, un altro intruso si è precipitato sul palco per urlare qualcosa su GTA VI e, ancora una volta, Bill Clinton. Per fortuna, stando a Keighley, la sicurezza verrà rafforzata a partire da quest'anno.

"Non vogliamo parlare di queste cose troppo pubblicamente, solo perché è una questione di sicurezza. Abbiamo sicuramente dei piani e stiamo cercando di fare tutto il possibile per tenere al sicuro me stesso, ma anche tutti coloro che guardano lo spettacolo, il pubblico, le persone che partecipano allo show e tutto il resto. È sicuramente qualcosa a cui stiamo pensando".

Geoff Keighley ha anche discusso dell'eventualità di aggiungere all'evento una categoria dedicata ai Remake.