The Binding of Isaac 2 'si farà, ma non arriverà presto': parla McMillen

The Binding of Isaac 2 'si farà, ma non arriverà presto': parla McMillen
di

Nel corso di un'intervista concessa al creatore di contenuti Northernlion per celebrare l'imminente lancio di The Binding of Isaac Repetance, Edmund McMillen ha discusso del futuro del celebre roguelike e delle possibili novità di gameplay che ne caratterizzeranno il prossimo capitolo.

Il papà dell'iconica esperienza dungeon crawler "in salsa retro-zeldesca" approfitta dell'opportunità offertagli dallo streamer di YouTube e Twitch per sottolineare come "il lancio di Afterbirth+ non è stato buono, mentre quello di Bum-bo è stato terribile. Davvero, ho avuto questi due lanci orribili e... non voglio farlo di nuovo, voglio assicurarmi che le cose funzionino a dovere prima di riprovarci. Però sì, Isaac 2 è nei miei piani ma non arriverà presto".

McMillen spiega così che, prima di discutere dello sviluppo di The Binding of Isaac 2, preferisce concludere i lavori sul suo attuale progetto di Mewgenics. Terminato questo impegno, il suo team si occuperà di Isaac 2 ma, come rimarca lo stesso McMillen, "voglio sviluppare solo titoli che mi emozionano. Isaac 2 senza dubbio è uno di quei progetti che potrebbe emozionarmi, ma non saprei fino a che punto. Ho bisogno che le cose si calmino un po', devo avere una prospettiva giusta per capire cosa fare e se sarà giusto creare un sequel. Realizzerò una sorta di 'remix di gameplay alla Spelunky'? Mi sembra appropriato. Oppure farò qualcosa di totalmente nuovo? E se mi mettessi a creare un gioco fuori di testa con una prospettiva diversa come Zelda 2 del NES? E perché non una bella avventura 3D? Non so ancora come sarà Isaac 2, ma di certo sarà un titolo che spingerà i giocatori a divertirsi per un sacco di tempo".

Nel frattempo, ricordiamo a chi ci segue che l'espansione The Binding of Isaac Repetance sarà disponibile dal 31 marzo su PC e dal terzo quadrimestre del 2021 su Nintendo Switch.

Quanto è interessante?
2