di

Come preannunciato da Massive Entertainment prima dell'E3 2019, l'universo sparatutto di Tom Clancy's The Division 2 è ormai pronto per accogliere il Gunner, la nuova Specializzazione introdotta con l'ultimo aggiornamento del kolossal di Ubisoft su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Caratterizzata da un suo specifico e ricco albero di abilità come ogni altra Specializzazione di The Division 2, il Gunner amplia il ventaglio di opzioni di gioco a disposizione degli Agenti della Divisione di Washington DC offrendo quello che, in gergo videoludico, viene definito come Tank.

Il Gunner vanta infatti un'equipaggiamento caratterizzato da un'armatura pesante in grado di assorbire una quantità di colpi superiore al normale, da un devastante Minigun (il cui utilizzo limita sensibilmente la capacità di movimento e rende impossibile servirsi delle coperture), dalla granata Riot Foam per "congelare" temporaneamente sul posto i nemici immergendoli in una nuvola di schiuma espansa e dal Banshee Signature, uno strumento tecnologico che lancia un impulso ad alta frequenza che disorienta gli avversari.

La Specializzazione del Gunner può essere adottata da subito dagli utenti in possesso del Pass dell'Anno 1 ma può essere sbloccata gratuitamente da tutti i giocatori di The Division 2 partecipando a cinque attività ingame.

Il nuovo aggiornamento va inoltre a bilanciare alcuni elementi di gameplay legati ai World Tier 4 e 5, oltreché a risolvere diversi problemi segnalati nella progressione della missione "Roosevelt Island" e delle attività free roaming compiute all'interno delle Zone Nere.

Quanto è interessante?
5