The Last of Us Parte 1 su PS5: il verdetto sul remake di un capolavoro

di

Nonostante alcune perplessità legate alla sua forte fedeltà al gioco originale ed il prezzo pieno a cui viene proposto, il debutto di The Last of Us Parte 1 su PlayStation 5, fissato per il 2 settembre, rappresenta uno degli eventi più caldi ed importanti per Sony nel corso del 2022. Ed ora è giunto il momento del verdetto.

Come se la cava il remake del capolavoro uscito per la prima volta su PS3 nel 2013? La risposta la potete trovare nella nostra recensione di The Last of Us Parte 1 e relativa videorecensione che sviscera nel dettaglio tutte le caratteristiche del nuovo titolo firmato Naughty Dog, dal gameplay alla realizzazione tecnica. E nel complesso si tratta di un ottimo lavoro, che non solo mostra un grande rispetto verso il titolo originale, ma lo eleva ulteriormente con una veste grafica che sfrutta al meglio le capacità di PS5 ed alcuni piccoli accorgimenti che rendono l'esperienza ancora più immersiva e coinvolgente rispetto al passato.

Se è vero che la fedeltà alle altre versioni (oltre al gioco per PS3 si pensi anche alla Remastered per PS4) è tale da poter non attirare in modo particolarmente forte chi già ha vissuto più volte la prima avventura di Joel ed Ellie, per chi si avvicina per la prima volta al mondo di The Last of Us si tratta di un prodotto imperdibile ancora oggi, con una narrativa capace di regalare grandi emozioni adesso come nove anni prima che meritano di essere vissute (o eventualmente rivissute).

Per maggiori approfondimenti potrebbe infine interessarvi la nostra intervista esclusiva a Naughty Dog su The Last of Us Parte 1, ricca di dettagli, approfondimenti e rivelazioni da parte degli sviluppatori.

Quanto è interessante?
5