The Last of Us 2 avrà 60 opzioni di accessibilità, promette Naughty Dog

The Last of Us 2 avrà 60 opzioni di accessibilità, promette Naughty Dog
di

Nel corso di un'intervista concessa a The Verge, la progettista del gameplay di The Last of Us Parte 2, Emilia Schatz, ha illustrato gli sforzi compiuti da Naughty Dog per garantire la massima accessibilità ai giocatori dell'atteso kolossal post-apocalittico in arrivo su PlayStation 4.

La sviluppatrice della rinomata sussidiaria statunitense dei PlayStation Studios conferma la presenza di circa 60 opzioni di accessibilità che gli utenti potranno configurare liberamente per migliorare l'esperienza di gioco in base alle proprie necessità. Tra i parametri configurabili in TLOU 2 sin dal lancio del titolo, previsto per il 19 giugno, ci sarà ad esempio la totale rimappatura dei controlli e delle opzioni per modificare la grandezza e la leggibilità di sottotitoli e testi dei dialoghi per venire incontro, in questo caso specifico, alle esigenze degli utenti ipovedenti.

A tal proposito, Schatz spiega che "l'accessibilità, per noi, riguarda la rimozione delle barriere che impediscono ai giocatori di completare una partita. Non si tratta di stemperare i toni di un gioco e nemmeno di renderlo più facile, ma di rispondere alle richieste degli utenti disabili per consentirgli di giocare in parità con tutti gli altri. Per questo, la nostra idea di accessibilità in The Last of Us 2 è quella di dare ai giocatori una base di partenza uguale per tutti".

Vi ricordiamo infine che su queste pagine trovate un nostro speciale su The Last of Us 2 raccontato nel dettaglio prima della nostra recensione, che sarà online prima della commercializzazione del kolossal di Naughty Dog in esclusiva su PlayStation 4 e PS4 PRO.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
13