The Last of Us Parte 2: per quale motivo Ellie è immune?

The Last of Us Parte 2: per quale motivo Ellie è immune?
di

Ellie è uno dei personaggi più amati di The Last of Us. La ragazza interpretata da Ashley Johnson ha dato il via agli eventi della serie Naughty Dog a causa della sua particolare condizione: è immune all'infezione da cordyceps che ha devastato il mondo. Qual è l’origine di questo stato?

Cosa succede in The Last of Us Left Behind

Nel DLC del primo capitolo ripercorriamo la vicenda che ha portato l'adolescente ad essere morsa e infettata. Questa storia vede protagonista anche Riley, un’amica di Ellie e nuovo membro delle Luci guidate da Marlene. Durante quello che doveva essere l’ultimo incontro delle due giovani, vengono attaccate da un gruppo di infetti, venendo entrambe contagiate dalle ferite riportate; come sappiamo dal finale del titolo originale, solo una delle due compie la trasformazione.

Lo stato di Ellie è uno degli argomenti più discussi dagli appassionati di The Last of Us ed una risposta ufficiale alla sua condizione non esiste. Di fatto, il cordyceps è presente nel corpo della ragazza, ma in uno stato dormiente: per questo motivo lo strumento della FEDRA, durante le prime fasi dell’avventura, percepisce l’infezione. Jerry Anderson, il chirurgo delle Luci a Salt Lake City e padre di Abby, mostra inoltre come il ceppo sia già arrivato al cervello, ragione per la quale un eventuale operazione porterebbe alla morte certa dell'ospite. Va inoltre evidenziato che Ellie non è contagiosa, non può trasmettere in alcun modo il virus e, come visto anche in The Last of Us Parte II (ecco a tal proposito la recensione di The Last of Us Parte II), può inalare anche enormi quantità di spore prodotte dal fungo parassita senza avere la minima ripercussione.

Anna, la madre di Ellie

Un altro importante elemento della storia riguarda la madre della protagonista. Ellie riceve una lettera da Marlene scritta proprio dal genitore mai conosciuto. Sappiamo che Anna è morta per cause naturali il giorno dopo la nascita della figlia: durante questo lasso di tempo mette su carta le proprie speranze per la bambina, lasciandole inoltre il coltello che la ragazza perderà a Santa Barbara, nell'epilogo del secondo gioco. Non conosciamo lo stato di Anna al momento della gravidanza né se fosse infetta, ma come affermato da Joel e dai vari documenti sull'infezione rinvenuti nel corso della storia, la trasformazione impiega meno di 48 ore per compiersi. Se fosse stata contagiata, quindi, avrebbe dovuto subire il morso poco prima del parto.

L’immunità di Ellie è al centro delle vicende che vedono il padre adottivo e le Luci scontrarsi fino alle estreme conseguenze di Jackson County. Quando la ragazza scopre la verità sulle azioni di Joel fugge proprio verso l'ospedale dello Utah, dove trova diverse registrazioni riguardo gli eventi accaduti qualche anno prima: una di queste voci ricorda come, pur trovando un immune, nessuno sarebbe capace di compiere l’operazione necessaria, poiché l’unico medico con le competenze necessarie è morto, concludendo così, al momento, la missione per la salvezza dell'umanità.

Avete seguito il The Last of Us Day? Ecco cosa ha detto Naughty Dog sul multiplayer di The Last of Us Parte II.

Quanto è interessante?
7