di

Molto probabilmente non ne eravata a conoscenza, ma The Last of Us presenta uno strano problema di crash legato alle teste mozzate degli infetti che sono entrati in contatto con le spore del Cordyceps. Il particolare bug è stato risolto dopo ormai quasi 8 anni grazie al modder illusion0001 e al supporto di ZEROx.

Come potete osservare grazie al breve filmato che vi abbiamo riportato in cima alla notizia, il gioco di Naughty Dog incappa in un crash istantaneo qualora un NPC (in questo caso Bill) tagli la testa ad un infetto ed il giocatore si diletti, per qualche motivo, a lanciare sul cranio in questione alcuni degli oggetti sparsi per le aree, che siano mattoni o bottiglie di vetro. Il problema è stato trascurato dagli sviluppatori per tutti questi anni, probabilmente anche a causa del fatto che non esista una ragione specifica per cui Joel debba sollazzarsi in questo modo con le teste degli infetti mozzate dai suoi compagni di viaggio.

Il problema, che appare con costanza su PS3, ma anche nella versione Remastered su PS4 e PS5, è stato finalmente risolto dai modder, che hanno persino condiviso con Naughty Dog il metodo per riuscire a risolvere il bug. Chissà che nelle prossime settimane il team di sviluppo non pubblichi dunque una nuova patch per distribuire un fix ufficiale per il suo gioco, dal momento che per applicare la soluzione ideata da illusion0001 e ZEROx servirebbero delle console PlayStation modificate. Potete intanto dare uno sguardo ai risultati del lavoro profuso dai modder in chiusura di articolo.

Gli stessi autori della patch si dicono incerti riguardo alla causa di questo strano bug, ma l'ipotesi più accreditata, secondo il loro parere, è che il gioco si convinca che il modello colpito dal mattone di turno sia un nemico a tutti gli effetti, ma nessun dato viene generato al termine della collisione, mandando quindi in collasso la stabilità generale.

FONTE: mp1st
Quanto è interessante?
5