The Last of Us, dal gioco alla serie TV: la genesi dei Clicker spiegata da Naughty Dog

di

Dalle colonne del PlayStation Blog, Naughty Dog e il team HBO incaricato di realizzare la serie TV da record di The Last of Us descrivono il lavoro svolto per dare forma ai Clicker

Ad accompagnarci in questo viaggio nell'universo post-apocalittico di TLOU è Jonathon Dornbush: il responsabile dei contenuti editoriali di Naughty Dog descrive in video il lavoro svolto dagli sviluppatori al seguito di Neil Druckmann per dare vita ai Clicker, le creature che incarnano la catastrofe narrata nella serie e l'orrore sperimentato da chi, come Joel ed Ellie, lotta quotidianamente per la propria sopravvivenza.

In un preciso passaggio del suo intervento, Dornbush ricorda che fu lo stesso Druckmann a voler inserire nell'universo di The Last of Us questi spaventosi esseri infetti, in modo tale da mostrare ciò che ha portato l'umanità sull'orlo dell'estinzione, nonostante il tema originario di TLOU prevedesse i soli nemici umani appartenenti alle diverse fazioni in lotta per la sopravvivenza. Nel video e nell'articolo del PlayStation Blog vengono inoltre mostrati i bozzetti di Hyoung Nam, il concept artist che realizzò i primissimi artwork dei Clicker.

L'aspetto finale di queste creature riflette proprio il lavoro svolto da Nam, con gli esseri umani trasformati in zombie a causa del Cordyceps e il volto deturpato dalla crescita incontrollata dei funghi nel cervello degli infetti. Tutte caratteristiche riprese nel fantastico Episodio 2 della serie TV di The Last of Us diretto da Neil Druckmann.

Per un ulteriore approfondimento sui temi trattati da Naughty Dog e HBO, vi invitiamo a restare su queste pagine per leggere il nostro speciale sul significato straziante di The Last of Us dietro l'epidemia.

Quanto è interessante?
5