The Last of Us Multiplayer sarà ambientato in un'enorme città, secondo un ex Naughty Dog

The Last of Us Multiplayer sarà ambientato in un'enorme città, secondo un ex Naughty Dog
di

Al termine del Summer Game Fest lo scorso giorno, Neil Druckmann ha ufficialmente confermato il gioco multiplayer stand-alone di The Last of Us, che sarà dotato di una propria storia rispetto a quanto visto nella serie principale. A parte questo, però, il progetto è ancora del tutto avvolto nel mistero.

Non è chiaro a che punto siano i lavori su The Last of Us Multiplayer e in che periodo dovrebbe essere pubblicato, ma per Naughty Dog si tratta di un progetto molto ambizioso in termini di contenuti. A tal proposito, stando al profilo LinkedIn di Mathew Seymour, ex membro dello studio californiano come enviroment designer, il gioco Multiplayer stand-alone dovrebbe essere ambientato all'interno di una città enorme, molto densa e colma di dettagli.

Seymour nel suo profilo non cita effettivamente il nome del gioco a cui ha lavorato da giugno 2020 fino a dicembre 2021, ma parlando apertamente di un'esperienza multigiocatore sembra logico che si tratti dello spin-off di The Last of Us, effettivamente in sviluppo già da diverso tempo L'autore si è curato di layout, textures e polishing generale, oltre a gestire la densità degli abitanti dello scenario in cui si svolgeranno le partite di The Last of Us Multiplayer. Non ci sono altre particolarità sul progetto, nella speranza che venga mostrato quanto prima da Naughty Dog.

Negli ultimi giorni la serie è tornata alla ribalta con l'uscita del remake dell'iconico capostipite: la nostra recensione di The Last of Us Parte 1 vi illustra tutte le caratteristiche di questo ritorno.

Quanto è interessante?
5