The Last of Us: Naughty Dog ha scartato un DLC con la madre di Ellie, rivela Druckmann

di

La serie televisiva di The Last of Us sta macinando record per HBO, ed il franchise di Naughty Dog sta progressivamente acquisendo popolarità in modo sempre più trasversale all'interno dell'industria dell'intrattenimento.

Discutendo dell'evoluzione del brand ai microfoni di Variety, Neil Druckmann, presidente di Naughty Dog nonché creative director della serie videoludica (ha anche assunto il ruolo di regista per il secondo episodio della serie TV), ha rivelato un particolare sul primo capitolo del franchise mai emerso prima d'ora.

A quanto pare, Naughty Dog aveva originariamente intenzione di approfondire il personaggio di Anna, la madre di Ellie che nei giochi non è mai apparsa. Druckmann pensava inizialmente ad un corto animato, prima di ipotizzare la lavorazione di un secondo DLC che avrebbe affiancato Left Behind. La storia scritta dall'autore, tuttavia, fu infine accantonata.

"Avevo scritto un racconto dopo che avevamo già distribuito il gioco", ha spiegato Druckmann. "Doveva essere un cortometraggio animato, ma è stato messo da parte e non è stato realizzato. C'è stato un momento in cui l'abbiamo quasi realizzato come DLC, ma è stato scartato".

Druckmann ha deciso di riprendere il personaggio di Anna, interpretata da Ashley Johnson (che nei giochi assume il ruolo di Ellie), con l'arrivo della serie TV di HBO: "L'ho proposto a Craig [Mazin] e lui ne è stato immediatamente entusiasta, o come direbbe lui 'attivato'. L'abbiamo portata in vita nel modo più bello e poetico".

Il successo della serie TV di The Last of Us sta spingendo le vendite dei giochi, compreso il più recente The Last of Us Parte I.

Quanto è interessante?
6