The Last of Us Part 2 è troppo lungo? Druckmann risponde alla critica

The Last of Us Part 2 è troppo lungo? Druckmann risponde alla critica
di

The Last of Us Part 2 è stato osannato dalla stampa specializzata ed ha riscosso un successo commerciale pressoché immediato. Tuttavia, non sono mancate le critiche da parte dei videogiocatori, né prima del lancio, né tantomeno dopo.

A quanto pare, alcuni utenti si sono lamentati dell'eccessiva lunghezza di The Last of Us Part 2. Il director Neil Druckmann, che come abbiamo avuto modo di notare negli ultimi mesi non le manda certamente a dire, ha risposto a questa critica nel corso dell'ultima puntata del podcast LeGIT curato da Troy Baker, l'attore che ha interpretato Joel (e una miriade di altri personaggi videoludici).

"Ho visto qualcuno - cavolo finirò nei guai per questo, ma non m'importa. Qualcuno recentemente ha detto che 'il gioco è troppo lungo' e molti motivavano l'affermazione dicendo 'è colpa del reparto marketing che vuole dire quanto sono grandi i giochi per poterli vendere'. In 16 anni trascorsi in Naughty Dog, nessuno del marketing - nemmeno una volta - ci ha mai mandato una nota creativa dicendoci 'questo dovrebbe essere nel gioco, o il gioco dovrebbe essere lungo così, o corto così, o avere questa caratteristica'. The Last of Us Part 2 è così lungo poiché volevamo che fosse così lungo".

Ha poi proseguito: "Potrebbe durare troppo per certe persone, oppure potrebbe essere lungo il giusto per altre, ma è stata una nostra decisione renderlo così lungo". Come ha fatto notare il nostro Francesco Fossetti nella sua recensione di The Last of Us Part 2, l'esperienza può superare anche le trenta ore, un quantitativo ben superiore a quello che caratterizza il primo capitolo della serie. Voi cosa ne pensate? Secondo voi The Last of Us Part 2 è troppo lungo?

Quanto è interessante?
21