di

L'attesa è terminata e a partire da oggi The Last of Us Part 2 può essere finalmente acquistato da tutti i possessori di PlayStation 4 e PS4 Pro. Puntualissima come sempre è arrivata anche l'analisi tecnica di Digital Foundry, che non ha esitato a descriverlo come il gioco graficamente più impressionate mai prodotto da Naughty Dog.

Nessun altro gioco della casa californiana è in grado di offrire ambientazioni così estese. I giochi della serie Uncharted, così come il predecessore, erano studiati per offrire delle esperienze cinematografiche. Certo, apparivano piuttosto "aperti" in determinati frangenti, ma in fin dei conti erano formati da quelli che Digital Foundry descrive come dei "tunnel". In The Last of Us Part 2 è possibile esplorare il mondo di gioco secondo il proprio ritmo, percorrendo strade alternative e visitando luoghi assolutamente non obbligatori ai fini della progressione della storia. Il mondo di gioco impressiona per la sua densità e l'incredibile cura per i dettagli, anche negli interni, che risultano molto realistici per l'attenta combinazione di light maps e materiali basati sulla fisica sui quali la luce si diffonde naturalmente.

Di pregevole fattura anche le animazioni, le interazioni con gli oggetti, i riflessi e le ombre, la cui ottima riuscita è il risultato della fruttuosa collaborazione tra artisti e programmatori. Il look cinematografico è garantito dall'impiego di effetti come motion blur per-pixel, grana della pellicola e profondità di campo bokeh. Secondo Digital Foundry, uno dei più grandi trionfi della produzione è rappresentato dal rendering dei personaggi, con un livello di dettaglio "quasi assurdo". L'analisi della redazione inglese ha toccato anche molti altri punti, pertanto per maggiori informazioni vi invitiamo a guardare il video in apertura di notizia.

Prima di lasciarvi alla visione, però, vi ricordiamo che tra le nostre pagina trovate anche l'approfondita recensione di The Last of Us Part 2 curata dal nostro Francesco Fossetti.

Quanto è interessante?
14