The Last of Us Parte 2 si aggiorna per PS5: i 60fps fanno davvero la differenza?

di

The Last of Us Parte 2 ha ricevuto a sorpresa un aggiornamento per PlayStation 5 che aggiunge il supporto per i 60fps sulla nuova console di casa Sony. Una novità a lungo attesa, con Naughty Dog che ha finalmente ripagato le attese di tutti i suoi fan pronti adesso ad immergersi di nuovo nel loro capolavoro.

L'aggiornamento ai 60fps consente così di potersi godere l'avventura di Ellie con una fluidità mai raggiunta prima che rende ancora più godibile il già notevole gioco visto su PS4 lo scorso giugno 2020. Tra le opzioni di gioco gli autori hanno avuto anche la buona idea di includere una feature che permette di tenere bloccati gli fps a 30 oppure di impostarli fino ai 60 massimi inclusi con la patch. L'ottimo lavoro svolto dagli sviluppatori è testimoniato dal fatto che i 60fps riescono a mantenersi sempre costanti su PS5, con cali praticamente impercettibili soltanto in alcune specifiche sezioni dell'avventura e che non influiscono negativamente sulla resa generale dell'opera.

Va ovviamente evidenziato che il nuovo aggiornamento riguarda soltanto la quantità di fotogrammi massima per secondo raggiungibili, e che per il resto la grafica di gioco non è stata ritoccata o migliorata in alcun modo. Ciò comunque non toglie che The Last of Us Parte 2 resti una meraviglia visiva sia sulla vecchia che sulla nuova generazione di console Sony. Anche Digital Foundry ha lodato l'upgrade PS5 di The Last of Us Parte 2 sottolineando il grande lavoro svolto da Naughty Dog. Se ve la siete persa, la nostra recensione di The Last of Us Parte 2 vi spiega perché siamo davanti a uno dei più grandi giochi dell'ultima generazione.

Quanto è interessante?
9