di

L'aprile 2021 ha visto l'assegnazione di un nuovo record a The Last of Us: Parte 2, primo gioco a ricevere ben 300 premi GOTY nell'intera storia del medium.

A celebrare il traguardo, ci hanno pensato Neil Druckmann e Haley Gross, sceneggiatori del capolavoro Naughty Dog. Ospiti nell'ultima puntata del podcast Script Apart, gli autori hanno infatti svelato che la sceneggiatura di The Last of Us: Parte 3 è già pronta, ma che il team di sviluppo per ora non ha ancora deciso di avviare lo sviluppo di un ulteriore sequel per la serie. In attesa di scoprire se il gioco vedrà o meno la luce su PlayStation 5, il duo ha svelato l'esistenza di un finale alternativo per The Last of Us: Parte 2.

Ovviamente, seguono spoiler sul titolo PS4.

Come noto, il violento viaggio di vendetta di Ellie si chiude con una ritrovata redenzione, con la protagonista che consente a Abbie di continuare a vivere. Nella sequenza finale del gioco, vediamo la ragazza fare ritorno alla fattoria, per ricongiungersi con Dina e il figlio. Tuttavia, i due hanno ormai abbandonato la struttura, senza lasciare alcun messaggio per Ellie. Stanza dopo stanza, la protagonista prende tra le mani un'ultima volta la chitarra di Joel, per poi posarla e lasciare a sua volta la fattoria.

Neil Druckmann e Haley Gross hanno però svelato l'esistenza di un finale alternativo di The Last of Us: Parte 2, poi scartato dal team perché troppo vincolante. In quest'ultimo, Ellie fa ritorno alla fattoria, trovandola abbandonata. Vagando tra le stanze, trova un giocattolo del figlio di Dina. Dopo averlo osservato, lo ripone in una tasca dei pantaloni e lascia la fattoria. In questa versione, - hanno spiegato gli sceneggiatori - risultava tuttavia troppo palese la volontà di Ellie di mettersi sulle tracce di Dina, un epilogo che Naughty Dog ha preferito scartare, in favore di una maggiore libertà di interpretazione per i giocatori.

FONTE: GamesRadar
Quanto è interessante?
24