The Last of Us Parte 2: Neil Druckmann e il golf, un'esperienza che ha segnato la trama

The Last of Us Parte 2: Neil Druckmann e il golf, un'esperienza che ha segnato la trama
di

Uno dei momenti più iconici di The Last of Us Parte 2 vede come protagonista una mazza da golf. Il celebre Neil Druckmann ha recentemente spiegato il perché di questa scelta dandole un preciso contesto. Se volete evitare SPOILER importanti fermatevi qui!

Una delle sequenze più strazianti di The Last of Us Parte 2 è sicuramente quella in cui Abby uccide brutalmente Joel con una mazza da golf. In un'intervista concessa da Neil Druckmann al Washington Post il game director ha fornite una spiegazione esaustiva sulla scelta di questa particolare "arma". In origine infatti Abby avrebbe dovuto uccidere l'amato protagonista di The Last of Us con un coltello: "Per molto tempo Abby ha pugnalato Joel alla schiena per poi girare il pugnale con il fine di paralizzarlo" ha detto Druckmann. "Il coltello però sembrava più una cosa da Ellie. Volevamo qualcosa di diverso".

Druckmann all'età di 16 anni ha subito un grave infortunio sul campo da golf che gli è costato ben trenta punti alla testa e un'ammaccatura ancora visibile: "Un mio amico amava il golf. Mi ha invitato ad andare in un campo di allenamento. Mi sono messo dietro di lui e sono stato colpito dallo swing. Sangue ovunque". Insomma il ricordo dello spiacevole incidente ha inciso sulla trama di The Last of Us Parte 2.

Proprio ieri lo stesso Neil Druckmann ha destato l'interesse dei fan con un tweet che prepara i giocatori alle grandi novità in arrivo in casa Naughty Dog.

FONTE: gamespot
Quanto è interessante?
9