The Last of Us Parte 2: sistema di progressione, abilità e impatto su gameplay

The Last of Us Parte 2: sistema di progressione, abilità e impatto su gameplay
di

In occasione dell'evento dedicato allo stampa organizzato da Naughty Dog, durante il quale il nostro Francesco Fossetti ha potuto provare con mano The Last of Us Parte 2, il team ha offerto alcune interessanti considerazioni.

In particolare, la redazione di GameSpot ha avuto modo di dialogare con il co-director Anthony Newman, al quale ha chiesto di spendere qualche parola sul sistema di sviluppo del personaggio ideato per il titolo da Naughty Dog. "C'era così tanto che volevamo davvero esplorare in termini di strategia del giocatore. Desideravamo molto creare provare e puntare sul consentire ai giocatori di esprimere sé stessi in termini di strategia e trovare il proprio modo di giocare il titolo", ha raccontato il co-director.

In quest'ottica, Newman si è dichiarato particolarmente soddisfatto del nuovo sistema di progressione. Quest'ultimo è nato dalla volontà di non ridurre lo sviluppo del personaggio ad una mera questione di statistiche, con l'obiettivo di "avere upgrade che potenzialmente sbloccassero abilità completamente nuove" o in grado di generare "effetti drastici sulla maniera in cui giochi il titolo". Approfondendo il discorso, il co-director ha citato come esempio la possibilità per Ellie di apprendere nel tempo una abilità che le consente di trattenere il fiato mentre mira, così da stabilizzare quest'ultima. Parallelamente, vi saranno upgrade che consentiranno al personaggio di apprendere nuove ricette per il crafting, tra cui ad esempio quella per la creazione di un silenziatore.

In chiusura, segnaliamo che anche il battito del cuore avrà un ruolo nel gameplay e che Naughty Dog punta a rendere Ellie un personaggio estremamente profondo.

FONTE: GameSpot
Quanto è interessante?
19