di

Prosegue lo sviluppo della serie TV di The Last of Us, prodotta da Sony Pictures Television ed HBO con il coinvolgimento di Naughty Dog. Gli interpreti di Ellie e Joel, rispettivamente Bella Ramsey e Pedro Pascal, sono stati rivelati da tempo, ma si sa ancora molto poco del modo in cui verrà adattata la storia del popolare titolo.

Qualche dettaglio ci è stato fornito in queste ore da Neil Druckmann, figura decisiva nel successo della serie videoludica e coinvolta anche nello sviluppo dello show televisivo. Lui e Craig Mazin, lo showrunner della serie già noto per Chernobyl, hanno parlato a lungo del livello di fedeltà al videogioco, scegliendo di dare massima priorità alle "fondamenta filosofiche della storia" nel processo di adattamento. Dettagli come l'abbigliamento dei protagonisti, ad esempio, sono stati messi in secondo piano: "Potrebbero apparire o non apparire, certe cose sono molto meno importanti per noi, ci stiamo concentrando sull'identità di queste persone e l'importanza del loro viaggio".

I giocatori potranno riconoscere più di un dialogo, ma molte cose saranno differenti: "In alcuni punti videogioco e serie TV sono molto vicini. È divertente vedere dei miei dialoghi riproposti nello script di HBO. In altri casi invece divergono profondamente, poiché l'obiettivo è quello di farle funzionare meglio in un medium diverso". Druckmann ha spiegato che nel videogioco c'è tanta azione, oltre ad un elevato grado di violenza e spettacolarità, aspetti che in televisione hanno richiesto un bilanciamento differente: "Queste cose sono molto diverse [nella serie], e HBO è stata grande a spingerci a spostare il focus dall'azione hardcore al dramma dei personaggi. Alcuni dei miei episodi preferiti fino ad ora differiscono notevolmente dalla storia, e non vedo l'ora che le persone li vedano".

FONTE: IGN USA
Quanto è interessante?
10