di

Con qualche mese di ritardo rispetto alla versione Xbox Series X, The Medium è giunto anche su PlayStation 5. In questo modo, anche gli utenti di casa Sony hanno potuto vivere le terrificanti vicende di Marianne, una medium in grado di muoversi in due dimensioni in contemporanea.

I ragazzi di Digital Foundry hanno atteso che la nuova edizione del gioco fosse patchata a dovere prima di mettere fianco a fianco le versioni PlayStation 5 e Xbox Series X di The Medium: dall'analisi della redazione inglese è emerso che le differenze sono piuttosto marcate, e vanno ben oltre l'implementazione del DualSense sulla console next-gen di Sony. Nel portare The Medium su PlayStation 5, Bloober Team ha modificato in maniera sostanziale i setting grafici, mirando a ridurre la fedeltà degli effetti ray tracing per favorire risoluzione e framerate.

La prima cosa che si nota su PlayStation 5, è l'immagine più scura: ciò non è dovuto a modifiche alla luminosità, al contrasto o alla gamma, bensì alla rimozione dell'avanzata Ambient Occlusion Ray Traced impiegata su Xbox Series X in favore di una tecnica Screen Space più scadente. Si tratta, a tutti gli effetti, di un downgrade grafico sulla console di Sony. Inoltre, su PlayStation 5 è anche stata ridotta la risoluzione delle ombre e sono state rimosse delle fonti di luce che su Xbox Series X erano state posizionate manualmente per simulare alcuni aspetti dell'illuminazione globale.

Per quale motivo Bloober Team ha effettuato questi tagli grafici su PlayStation 5? Secondo Digital Foundry, lo ha fatto innanzitutto per risolvere uno dei problemi della versione Xbox Series X, ossia i visibili cali di risoluzione. In The Medium viene fatto ampio uso della risoluzione dinamica, un campo nel quale PS5 ha un chiaro vantaggio: analizzando 17 differenti scene, Digital Foundry ha notato che su Xbox Series X la risoluzione varia da un minimo di 720p (un valore anomalo) a un massimo di 1440p, mentre su PS5 si mantiene in una forbice ben più alta, ossia tra 1620p e 1728p. Nella Modalità Duale, vanto della produzione, The Medium gira a 972p su Xbox Series X e a 1188p su PS5. Ad un visibile miglioramento della pulizia dell'immagine si affianca anche una maggiore consistenza del framerate: entrambe le versioni puntano ai 30fps, ma su PS5 non si registrato i cali caratteristici della versione Xbox Series X.

In definitiva, possiamo affermare che Bloober Team ha ridotto la qualità degli effetti grafici su PlayStation 5 per privilegiare risoluzione e framerate. Maggiori dettagli potete trovarli nella Video Analisi di Digital Foundry.

Quanto è interessante?
9