Thomas Mahler: il direttore di Ori si scusa con Molyneux, Sean Murray e CD Projekt

Thomas Mahler: il direttore di Ori si scusa con Molyneux, Sean Murray e CD Projekt
di

Le furiose accuse a Molyneux, Murray e CD Projekt mosse da Thomas Mahler ha scatenato un vero e proprio polverone sui social e sui portali videoludici più frequentati. Forse per questo, il direttore di Ori decide di tornare sui suoi passi e di scusarsi pubblicamente per quanto affermato e per i toni adottati.

Con una lettera aperta indirizzata a tutti gli appassionati, l'alto esponente dei Moon Studios torna a più miti consigli e, nel porgere le sue scuse ai papà di Fable e No Man's Sky, e all'azienda che ha dato forma a Cyberpunk 2077, spiega che "ieri ho usato un tono eccessivamente aggressivo che non era per niente adatto a qualcuno nella mia posizione. La mia intenzione non era quella di ferire nessuno ma di accedere i riflettori e alimentare la discussione sulle questioni più spinose che l'industria videoludica sta affrontando in questo periodo".

Il Game Director del recente Ori and the Will of the Wisps aggiunge inoltre come "tutti noi condividiamo un amore smisurato per questa forma d'arte e dovremmo essere sempre trattarci con rispetto. E non è un atteggiamento che ho tenuto ieri. Per questo mi dispiace davvero, soprattutto per coloro che ho citato per nome. Prometto che imparerò da questo errore e spero che nessuno nutra rancore nei miei confronti come io non ne avrò nei loro".

Lo stesso Mahler ha poi deciso di intervenire di nuovo sulle pagine di ResetEra, il forum da cui ha attaccato in origine Peter Molyneux, Sean Murray e CD Projekt a causa della loro campagna di marketing e le promesse non mantenute sui loro titoli, per sottolineare che "io e i ragazzi dei Moon Studios abbiamo letto questo thread sul forum e abbiamo avuto una lunga conversazione. Con quelle parole non ho rappresentato il pensiero dei Moon Studios".

Quanto è interessante?
7